Copy trading, ecco come sfruttarlo al meglio


Prestiti

Negli ultimi tempi, nel mondo del trading online si sta diffondendo in misura sempre consistente una funzione innovativa che prende il nome di copy trading. Come il suo stesso nome lascia intuire, questa realtà offre a chi se ne serve l’opportunità di copiare le operazioni effettuate da trader selezionati. Ciò serve, per esempio, se si è inesperti in questo ambito e si vuol prendere spunto dalle strategie messe in atto da chi vanta una maggiore competenza e ha già riscosso un notevole successo, anche dal punto di vista dei guadagni. Il meccanismo di riproduzione delle azioni è automatico: ciò implica che nel momento in cui il trader copiato apre una posizione (per esempio), lo stesso avviene in maniera automatica sul conto di chi lo copia.

Un trading automatico

Come si può scoprire navigando sul sito investingoal.com, quello che viene garantito dal copy trading è un tipo di trading automatico. Uno degli aspetti più interessanti di questo sistema è rappresentato dal numero elevato di trader da cui è possibile copiare: proprio per questo motivo, ognuno è libero di individuare i trader che ritiene più in linea con le proprie esigenze e con le proprie aspettative, per esempio per ciò che concerne la propensione al rischio. Le variabili in gioco, comunque, sono molteplici: la varietà dei mercati in cui si può operare, ma anche i diversi asset, le percentuali di profitto, e così via. Utilizzare il copy trading è facile e comodo, anche perché si ha la libertà di stabilire in totale autonomia quale somma si è intenzionati a investire. Se il trader di riferimento investe 500 euro, non è detto che anche chi lo copia debba fare altrettanto: a essere replicata è l’operazione in sé, non l’entità dell’importo.

Come sfruttare al massimo il copy trading

Il consiglio degli esperti è quello di diversificare quando ci si dedica al copy trading: in altre parole, è sempre preferibile copiare le operazioni di più di un trader nello stesso momento. Piuttosto che investire 2mila euro su un trader solo, dunque, è meglio investire 200 euro su 10 trader differenti. Per iscriversi a una piattaforma che mette a disposizione questo sistema, una volta inseriti i dati anagrafici richiesti, è necessario versare un certo importo in denaro, tenendo presente che ogni piattaforma prevede una soglia minima di deposito, di solito compresa tra i 100 e i 200 euro. Il metodo di pagamento è a discrezione dell’utente, che può scegliere tra il bonifico bancario, la carta di credito, Skrill, Paypal, e così via.

Come trovare i trader da copiare

Dopo che la registrazione è stata portata a termine e il conto è divenuto operativo a tutti gli effetti, non rimane altro che mettersi in cerca dei trader da cui ricopiare. Per ognuno di essi vengono fornite statistiche e informazioni trasparenti, ma è sempre opportuno tenere a mente che le prestazioni passate non sono garanzia di simili performance per il futuro. Va detto, inoltre, che in genere la storia di trading che viene proposta non supera i 5 anni, e non è detto che tale lasso di tempo sia sufficiente per avere un quadro chiaro e completo ai fini di una decisione di investimento.

Guida alla scelta

Di ciascun trader viene riportato il Paese di provenienza, ma le informazioni che vengono fornite sono molteplici: la più importante è, senza dubbio, la percentuale di guadagno che essi sono stati in grado di generare, con l’indicazione dell’intervallo di tempo in cui ciò è avvenuto. Sono specificati, inoltre, i mercati in cui ogni trader è operativo. Il livello di rischio viene indicato in una scala di valori che va da 1 a 7, dove 1 rappresenta il rischio più basso e 7 rappresenta il rischio massimo. Tanti sono i benefici che vengono assicurati dal copy trading, ma uno dei più apprezzati consiste nel risparmio di tempo che esso garantisce.