Economia, Padoan interviene sulle pensioni


ITALIANIEUROPEI: CONVEGNO SULLE POLITICHE PER LE PMI

“Quando avremo fatto i conti faremo tutte le valutazioni. Non mi sembra che ci sia una manovra all’orizzonte”.

Così il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, ha deciso di commentare in merito all’impatto che avranno sui conti pubblici della sentenza pronunciata dalla Consulta sulle pensioni. “Stiamo lavorando per una soluzione che sia conforme a tutte le leggi”, aggiunge Padoan.

La Corte Costituzionale, con la sentenza che è stata emessa a fine aprile, ha deciso di bocciare il blocco delle perequazioni pensionistiche che è scattato con la norma Fornero.

Una bomba che rischia tuttavia di creare un “buco” da ben 5 miliardi nei conti pubblici.

Nel 2011 all’interno del decreto Salva Italia, il governo Monti ha deciso di inserire una misura che riguardava le pensioni di importo mensile superiore a tre volte il trattamento minimo Inps: per il biennio 2012-2013 era stato infatti sospeso il meccanismo che poteva adeguare l’assegno pensionistico al costo della vita.

Le sentenze, come ha ribadito Padoan, si devono applicare e quella della Consulta sulle pensioni “richiede una valutazione dettagliata sia degli aspetti giuridici sia degli impatti finanziari. Al ministero non stiamo facendo altro che capire cosa significa in termini di impatto, anche perché è importante che ci sia una informazione pubblica per evitare equivoci di ogni tipo su quello che può succedere”.

“Lavoriamo per avere una soluzione rispettosa dei giudici e che al tempo stesso minimizzi i costi per la finanza pubblica che innegabilmente ci sono, e che intervengono in un momento in cui la finanza pubblica sta migliorando e ci auguriamo che continui a farlo”, ha insistito Padoan durante l’audizione.

” Al ministero non stiamo facendo altro che capire cosa significa in termini di impatto, anche perché è importante che ci sia una informazione pubblica per evitare equivoci di ogni tipo su quello che può succedere. Stiamo lavorando in tutte le direzioni per una soluzione che sia conforme a tutte le leggi”